Ancora un risultato annuale eccellente della Posta

15.03.2012

La Posta Svizzera ha chiuso anche il 2011 con un risultato eccellente. L’utile del gruppo, pari a 904 milioni di franchi, ha pressoché eguagliato l’ottimo livello dell’anno precedente (910 milioni), mentre i ricavi d’esercizio sono stati di 8’599 milioni di franchi (anno precedente: 8’736 milioni). Al buon risultato ha contribuito soprattutto l’aumento della produttività e la crescita dei depositi della clientela.  La Posta ha conseguito risultati positivi in tutti e quattro i mercati in cui opera, sfruttando attraverso il lancio di nuovi prodotti le opportunità offerte dai cambiamenti in atto. L’utile sarà impiegato per incrementare ulteriormente il capitale proprio, sostenere il consolidamento della Cassa pensioni, finanziare gli investimenti e consegnare alla Confederazione una quota adeguata degli utili.

Nell’esercizio 2011 la Posta Svizzera ha conseguito un utile di 904 milioni di franchi, con una flessione di 0,7 punti percentuali rispetto all’anno precedente (910 milioni). I ricavi d’esercizio sono diminuiti dell’1,6% passando a 8’599 milioni di franchi (anno precedente: 8’736 milioni). Il calo del fatturato esposto è riconducibile in primo luogo ai cambiamenti intervenuti a livello contabile. Il margine sul risultato d’esercizio pari al 10,6% è rimasto praticamente stabile (anno precedente: 10,7%). Nell’anno in esame gli investimenti di 427 milioni di franchi (anno precedente: 364 milioni) sono stati ancora una volta interamente autofinanziati. Per la prima volta il totale di bilancio ha oltrepassato la soglia dei 100 miliardi raggiungendo i 108’254 milioni di franchi, soprattutto grazie all’aumento dei depositi della clientela. A fine 2011 il capitale proprio ammontava a 4’879 milioni di franchi.

Come già negli scorsi anni la Posta intende rinnovare il proprio contributo al consolidamento della Cassa pensioni e all’aumento progressivo della base del capitale proprio, continuare ad autofinanziare i propri investimenti e consegnare alla Confederazione una quota di utili adeguata. Per fare ciò l’azienda deve conseguire risultati solidi in tutti i settori del gruppo. Il Consiglio di amministrazione della Posta propone al Consiglio federale di destinare 100 milioni dell’utile di 611 milioni di franchi conseguito nel 2011 dalla casa madre Posta al consolidamento della Cassa pensioni, 200 milioni alla distribuzione degli utili alla Confederazione e 311 milioni all’incremento del capitale proprio.

Buoni risultati in tutti e quattro i mercati

La Posta ha conseguito buoni risultati in tutti e quattro i mercati, seppur con delle differenze: il mercato della comunicazione e quello logistico hanno registrato dei cali, mentre il mercato finanziario retail e il mercato dei trasporti pubblici di persone sono migliorati.

Nel mercato della comunicazione la Posta ha totalizzato con quattro unità del gruppo (PostMail, Swiss Post International, Swiss Post Solutions, Rete postale e vendita) un risultato d’esercizio complessivo di 121 milioni di franchi (anno precedente: 147 milioni). Questi ricavi sono di centrale importanza per il finanziamento della rete postale.

Grazie a un’attività tuttora fiorente nel settore delle lettere, l’unità PostMail – colonna portante del mercato della comunicazione con un ricavo d’esercizio di 2’575 milioni di franchi (anno precedente: 2’619 milioni) – ha migliorato da 199 a 210 milioni di franchi il risultato d’esercizio. La tendenza dei clienti commerciali a scegliere modalità di spedizione più a buon mercato e il calo seppur moderato dei volumi di corrispondenza sono stati compensati dagli aumenti di produttività.

Con 780 milioni di franchi di ricavi d’esercizio (anno precedente: 788 milioni) Swiss Post International ha conseguito un risultato di 51 milioni di franchi (anno precedente: 49 milioni). Le misure di ristrutturazione avviate l’anno precedente hanno comportato una riduzione dei costi che ha compensato il calo di utile connesso al volume di invii. Il risultato di Swiss Post Solutions è aumentato da 7 a 11 milioni di franchi, con ricavi d’esercizio pari a 549 milioni di franchi (anno precedente: 665 milioni). Il miglior risultato è riconducibile alla crescita organica in Svizzera e all’estero e allo scorporo dell’attività Direct Mail in una joint venture con la Österreichische Post.

A fronte di ricavi d’esercizio per 1’706 milioni di franchi (anno precedente: 1’769 milioni) Rete postale e vendita ha conseguito un risultato d’esercizio di –151 milioni di franchi (anno precedente: –108 milioni). A influire in modo negativo sul risultato è stata soprattutto la riduzione dei ricavi nel traffico dei pagamenti e nelle impostazioni di lettere e pacchi. Il fatturato degli articoli di marca non postali ha proseguito l’andamento positivo, fornendo un contributo importante allo sfruttamento della rete postale e al suo finanziamento. La Posta proseguirà i suoi sforzi per adattare continuamente la rete alle mutate abitudini dei clienti e per contenere i costi.

Nel mercato della logistica, con un risultato di 151 milioni di franchi PostLogistics ha praticamente consolidato il forte rialzo degli utili del 2010 (164 milioni). Il ricavo d’esercizio è diminuito da 1’478 a 1’439 milioni di franchi, effetto riconducibile in primo luogo al calo dei volumi di pacchi e all’aumento dei costi per il personale dovuto a fattori straordinari. La riduzione dei volumi si spiega essenzialmente con la parziale perdita delle attività di trattamento dei pacchi in entrata dalla Germania e con le offerte speciali dell’anno precedente, che avevano fatto segnare valori record. Con ricavi di 2’451 milioni di franchi (anno precedente: 2’389 milioni) nel mercato finanziario retail il risultato è migliorato da 571 a 591 milioni di franchi. L’evoluzione positiva è essenzialmente il frutto del risultato da operazioni sugli interessi e della rigorosa disciplina in materia di costi. Nel mercato dei trasporti pubblici di persone AutoPostale ha migliorato di 5 milioni il risultato d’esercizio, passato a 33 milioni di franchi (anno precedente: 28 milioni). Lo sviluppo dell’offerta e gli adeguamenti tariffali introdotti con l’orario 2011 hanno contribuito alla crescita dei ricavi d’esercizio a 719 milioni di franchi (anno precedente: 702 milioni).

Previsioni contenute

L’obiettivo in tutti e quattro i mercati in cui opera la Posta Svizzera è offrire ai clienti servizi di prim’ordine a prezzi in linea con il mercato e tenendo sotto controllo i costi.  Per riuscirci l’azienda sfrutta le opportunità offerte dai cambiamenti in atto proponendo nuovi prodotti; strutture moderne, libertà d’impresa e concorrenza equa sono altri fattori che contribuiscono alla riuscita. Con l’imminente entrata in vigore della nuova legislazione postale (comprendente l’attuale bozza di Ordinanza sulle poste) e la conversione della Posta e di PostFinance in società per azioni le premesse sono buone. Nell’anno in corso la Posta dovrà misurarsi con previsioni economiche contenute, cui conseguono effetti negativi sui volumi del core business, e con livelli dei tassi ancora bassi sui mercati monetario e dei capitali.

Indici del gruppo

Indici del gruppo Unità 2011 2010
Ricavi d’esercizio mln di CHF 8’599 8’736
Risultato d’esercizio (EBIT)1 mln di CHF 908 930
in % dei ricavi d’esercizio (reddito EBIT) % 10,6 10,7
Utile del gruppo mln di CHF 904 910
Totale di bilancio mln di CHF 108’254 93’310
Capitale proprio mln di CHF 4’879 4’224
Investimenti2 mln di CHF 427 364
Organico gruppo Swiss Post (senza personale in formazione) unità di personale3 44’348 45’129
di cui all’estero unità di personale3  6’645 7’255
Personale in formazione del gruppo in Svizzera unità di personale3 1’942 1’824
Lettere indirizzate Svizzera mln di invii 2’334 2’365
Pacchi Svizzera mln di invii 107 108
Punti di accesso quantità 3’607 3’612

Indici selezionati dei segmenti (unità del gruppo)

Mercato della comunicazione Indice Unità 2011 2010
Mercato della comunicazione Risultato d’esercizio1 mln di CHF 121 147
PostMail Ricavi d’esercizio mln di CHF 2’575 2’619
PostMail Risultato d’esercizio (EBIT)1 mln di CHF 210 199
Swiss Post International Ricavi d’esercizio mln di CHF 780 788
Swiss Post International Risultato d’esercizio (EBIT)1 mln di CHF 51 49
Swiss Post International Invio di lettere (dalla Svizzera) mln di invii 69,8 74,4
Swiss Post Solutions Ricavi d’esercizio mln di CHF 549 665
Swiss Post Solutions Risultato d’esercizio (EBIT)1 mln di CHF 11 7
Rete postale e vendita Ricavi d’esercizio mln di CHF 1’706 1’769
Rete postale e vendita Risultato d’esercizio (EBIT)1 mln di CHF –151 –108

Mercato logistico Indice Unità 2011 2010
PostLogistics Ricavi d’esercizio mln di CHF 1’439 1’478
PostLogistics Risultato d’esercizio (EBIT)1 mln di CHF 151 164

Mercato finanziario retail Indice Unità 2011 2010
PostFinance Ricavi d’esercizio mln di CHF 2’451 2’389
PostFinance Risultato d’esercizio (EBIT)1 mln di CHF 591 571
PostFinance Afflusso di nuovi capitali mln di CHF 8’185 10’662

Mercato dei trasporti pubblici di persone Indice Unità 2011 2010
AutoPostale Ricavi d’esercizio mln di CHF 719 702
AutoPostale Risultato d’esercizio (EBIT)1,4 mln di CHF 33 28
AutoPostale Numero di viaggiatori Svizzera mln di persone 124 121

1 Il risultato d’esercizio corrisponde all’utile d’esercizio al lordo del risultato finanziario non operativo e delle imposte (EBIT).
2 Investimenti in immobilizzazioni materiali, partecipazioni e immobilizzazioni immateriali.
3 Organico medio convertito in impieghi a tempo pieno.
4 Il risultato d’esercizio di AutoPostale include tutte le attività in Svizzera e all’estero. Sussistono divergenze con il risultato d’esercizio di AutoPostale Svizzera SA.