Energie rinnovabili

La Posta investe nelle energie rinnovabili

La Posta punta a fonti energetiche rinnovabili. Già dal 2008 la Posta ricava tutta la corrente elettrica che consuma da energie rinnovabili, dal 2012 prodotta al 100% in Svizzera e dal 2013 interamente certificata «naturemade basic». Di questa corrente elettrica il 5% consiste in energia ecologica di alto valore, certificata «naturemade star», prodotta da una turbina eolica sul Mont Crosin nel Giura e da varie fattorie, piccole imprese e piccole centrali idroelettriche ecologiche in tutta la Svizzera. Inoltre i veicoli alimentati a gas per il recapito sono azionati al 100% da biogas.

Le riserve di energia di tipo fossile in esaurimento, gli elevati prezzi energetici e le sfide del cambiamento climatico rendono le energie rinnovabili sempre più appetibili. La Posta ne ha preso atto e per questo motivo ricava la propria corrente elettrica al 100% da fonti energetiche rinnovabili certificate «naturemade basic» della Svizzera. Laddove tecnicamente possibile, gli edifici della Posta vengono dotati di impianti fotovoltaici. Sono già in funzione otto impianti e altri otto sono in fase di progettazione o realizzazione. In totale, una volta conclusi tutti i progetti entro il 2016, la Posta prevede di immettere nella rete pubblica circa 7600 megawattora di energia solare l’anno. La Posta fornisce così un contributo determinante all’attuazione della strategia energetica 2050 della Confederazione.

Innovazioni richieste per il trasporto di merci e persone

In linea generale, nel medio-lungo periodo desideriamo renderci sempre più indipendenti dalle fonti energetiche di origine fossile, anche nei trasporti di merci e di persone. Per questo seguiamo con grande interesse le innovazioni e le tecnologie di trazione alternative. Verifichiamo periodicamente, in collaborazione con i produttori, nuovi modelli di veicoli che aiutano a ridurre l’impatto nocivo sul clima e sull’ambiente. Anche con riferimento ai carburanti osserviamo sviluppi come i carburanti biologici o il biogas. Dal 2011, i veicoli a gas della Posta sono alimentati unicamente con biogas ecologico prodotto a livello locale. Inoltre, la Posta impiega autobus ibridi e a celle a combustibile nonché furgoni elettrici.

Moderne tecnologie di riscaldamento per gli edifici della Posta

Ricorriamo in misura sempre maggiore a prodotti e tecnologie basati su fonti di energia rinnovabili. Per riscaldare i nostri edifici adottiamo sempre più spesso soluzioni innovative che sfruttano il teleriscaldamento o la geotermia. Nei centri di calcolo di PostFinance abbiamo installato pompe di calore, di cui sfruttiamo il calore residuo.